Listen to Presa bene (ogni tanto) song with lyrics from Fedez

Presa bene (ogni tanto)

Fedez5 Mar 2013

Presa bene (ogni tanto) Lyrics

 

Presa bene (Ogni tanto) - Fedez

E sogno un mondo su misura per noi

Voglio stare bene ma senza le catene

E loro avranno anche più soldi di noi

Ma non sanno stare bene senza un paio di catene

Prendo la metro sciallo coi bermuda e le ciabatte

La vodka imboscata nel cartone del latte

Milano e la sua ecologia fantastica

Proibisce l'alcol dentro il vetro

E ti dà il bicchiere di plastica

Uno mastica di fianco e non mi fa sentir la musica

Sembra che ha un taglia-erba in bocca al posto del chewingum

Lo sguardo distratto della gente

Che fa finta di non guardare

Anche se poi ti fissa sempre

La situa un po' mi ammoscia l'hai un pò' presa bene

A tutta questa gente io gli offrire da bere

Un whiskey per la signora

Una vodka un Jack Daniel's

In alto quei bicchieri e poi cantiamo tutti insieme

 

E sogno un mondo su misura per noi

Voglio stare bene ma senza le catene

E loro avranno anche più soldi di noi

Ma non sanno stare bene senza un paio di catene

A Milano i fiori sanno di vernice fresca

E la quiete spaventa più della tempesta

Non ci resta che tenerci stretto quello che abbiamo

Perché quello che abbiamo è quello che ci resta

Cammino a passo svelto senza una destinazione

Respiro a polmoni pieni lo smog dà assuefazione

Un po' di presa bene gente

Mi sembra che siamo un po' troppo impegnati

A non farci andare bene niente

E non ti resta che decidere

Con mille motivi per piangere

Ma un milioni di ragioni per sorridere

Sono preso bene questo è il punto

Mentre gli altri rapper fanno a gara a chi ce l'ha più lungo

E sogno un mondo su misura per noi

Voglio stare bene ma senza le catene

E loro avranno anche più soldi di noi

Ma non sanno stare bene senza un paio di catene

Non sanno stare bene senza un paio di catene

Un po' come i pneumatici quando scende la neve

Come due anime gemelle destinate a stare insieme

Poi la luna di miele e come viene viene

E' una schiavitù senza frusta e nessun obbligo

Perché sarai tu a chiederli quello che vogliono

E nessuno punta le pistole sui lavoratori

Tanto se la stanno già puntando in testa da soli

Puoi levarci tutto ma non l'immaginazione

Perché è dalla fantasia che nasce la rivoluzione

E siamo morti a vent'anni ancora prima di morire

Ma aspettiamo la vecchiaia per farci sepellire

E sogno un mondo su misura per noi

Voglio stare bene ma senza le catene

E loro avranno anche più soldi di noi

Ma non sanno stare bene senza un paio di catene

 

 

***Lyrics are from third-parties***